Benefit of Clergy

Benefit of clergy era un motivo legale disponibile per gli ecclesiastici a partire dal medioevo. Aveva lo scopo di risparmiare i chierici accusati di crimini capitali dalle sentenze estremamente dure dei tribunali secolari, che ordinariamente condannavano le persone a morte per infrazioni apparentemente minori. I tribunali ecclesiastici, al contrario, erano indulgenti e spesso limitavano le loro punizioni alle penitenze.Naturalmente, molti imputati dichiararono di essere ecclesiastici per sfuggire alla giustizia secolare. Una pratica sviluppata che ha permesso a una persona di dimostrare di essere un membro del clero leggendo il primo versetto del Salmo 51st: “Abbi pietà di me, o Dio, secondo la tenera misericordia cancellano le mie trasgressioni.”Questo divenne noto come il “verso del collo”, poiché quella era la parte dell’anatomia da evitare dall’impiccagione o dalla decapitazione. Un test di alfabetizzazione in questa età aveva un senso; poche persone, oltre agli uomini di chiesa, impararono a leggere.Nel corso dei secoli, questo appello ha continuato ad esistere sotto la legge inglese, ma la sua disponibilità è stata estesa a più persone e, infine, a tutti. Il requisito di lettura è stato eliminato nei primi anni del 1700. La pratica ha continuato ad esistere come mezzo per risparmiare i trasgressori per la prima volta dalla pena di morte. Il beneficio del clero fu abolito negli Stati Uniti per crimini federali nel 1790.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.