PARASSITI CON BENEFICI / Journal of Experimental Biology

Figura1

Nel corso dell’evoluzione, piante e insetti hanno sfruttato reciprocamente relazioni reciprocamente vantaggiose in cui due o più parti beneficiano di interazioni ecologiche essenziali. Ad esempio, gli insetti agiscono come plantpollinators mentre le piante agiscono come ospiti fornendo cibo o alloggio per insectoffspring. Tali partnership spesso richiedono un delicato equilibrio di dare eprendere. Recentemente, un gruppo dell’Imperial College of Science, Technology andMedicine (Londra) guidato da James M. Cook ha messo in discussione il rischio intrinseco di tali relazioni di cooperazione. Hanno studiato la relazione tra figtrees e vespe impollinatori, con l’intenzione di trovare ciò che impedisce a onepartner di approfittare dell’altro.

Le condizioni che favoriscono un partner rispetto all’altro minacciano costantemente di erodel’equilibrio in relazioni reciprocamente vantaggiose. Per esempio, quando una vespa di femalepollinator spinge la sua strada in un fiore di fico, impollinando l’albero whiledepositing le sue uova, l’albero perde un seme. Il sacrificio è compensato per l’albero dal fatto che ogni uovo deposto produce la prole che emergeand alla fine disperdere il polline di quell’albero. Tuttavia, cosa impedisce alla vespa daprendere vantaggio dall’ospite e distruggere l’intero raccolto dell’albero?

Come spesso accade, ci sono più di due giocatori in questa relazione.Il fico ospita anche piccole vespe parassite che attaccano le larve di pollinatorwasp nel frutto. Cook e i suoi colleghi si sono chiesti se la vespa parassitaria, precedentemente ritenuta dannosa per entrambe le parti, possa contribuire alla stabilità del rapporto tra il fico e le vespe impollinatrici tenendo sotto controllo le larve impollinatrici.

Sospettando che la vespa impollinatore sia sotto pressione selettiva per deporre le sue uova nella proprietà immobiliare più interna del fiore, dove le sue larve non hanno alcuna probabilità di essere uccise, il team ha raccolto fiori di fico da sei diversi siti nel Queensland, in Australia, li ha riportati in laboratorio e li ha tagliati aperti. Hanno misurato la distanza dalla parete alla cavità interna del fiore di fico, prendendo nota della posizione precisa in cui le uova di impollinatore erano depositate all’interno del fiore. Hanno anche valutato la sopravvivenza della prole e hanno scoperto che le uova larvali depositate nelle pieghe più interne del fiore erano più idonee a sopravvivere rispetto alle uova depositate vicino agli strati esterni del fiore.I ricercatori hanno stabilito che le vespe parassite sono in grado di attaccare la prole del pollinatore solo se le uova dell’impollinatore sono depositate nello strato esterno dell’ovulo del fiore di fico (il “piccolo uovo” all’interno del fiore che si svilupperà in un seme) e che le larve sepolte in profondità nel bocciolo di fiore erano quasi prive di parassiti.

Il team ha anche notato che le larve di impollinatori, i parassiti e i semi sono legati a diversi quartieri su tutto l’albero, che sembrano essere determinati dalla lunghezza del fiore. La ricerca di Cook mostra che i fiori più lunghi forniscono alle larve degli impollinatori un sacco di “spazio libero dal nemico” nel centro della frutta perché le vespe parassite preferiscono invadere i fiori più corti da soli. Cosìla femmina che impollina la vespa di fico seleziona attivamente le regioni dell’albero con fiori lunghi, relegando le vespe parassite nelle zone degli alberi coperte da telai più corti.

Se il fico controlla il proprio destino producendo fiori di lunghezza variabile per la vespa da “scegliere” al momento del deposito delle sue uova, o la vespa parassitaria determina il layout territoriale per l’albero, il risultato finale è lo stesso. Una parte dei semi di fico arriverà a buon fine. Questo ha portato Cook ei suoi colleghi a suggerire che la vespa parassita, precedentemente designato un opportunista dannoso, aiuta a garantire che una frazione dell’alberosarà semi e quindi può contribuire alla stabilità del rapporto benefico pollinatore–fico mantenendo la vespa impollinatore incheck.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.